Per info e segnalazioni:
sanmarino.geronimo it sammarinesi-a-new-york-atmosfera-surreale-le-strade-sono-deserte-supermercati-presi-dassalto-A11792 001 Max 15° Martedì 05 Marzo 2024
sanmarino.geronimo it sammarinesi-a-new-york-atmosfera-surreale-le-strade-sono-deserte-supermercati-presi-dassalto-A11792 002 Per info e segnalazioni: +39 3339968310 -
Cronaca 12:21 | 20/03/2020 - Repubblica San Marino

Sammarinesi a New York: "Atmosfera surreale, le strade sono deserte: supermercati presi d'assalto"

"L'atmosfera a New York è surreale: in giro non c'è più il solito trambusto, molti stanno chiusi in casa e lavorano con il computer. I treni e gli autobus sono vuoti e non c'è traffico da nessuna parte". L'emergenza Coronavirus non coinvolge solamente il Titano, ma anche i sammarinesi emigrati in Nord America. Nello Stato di New York, dove da decenni è radicata una comunità di cittadini di San Marino, i contagi sono raddoppiati in poco più di 24 ore e anche qui sono state imposte misure restrittive del tutto simili a quelle in vigore nella Repubblica. 

Tra i sammarinesi che vivono nella Grande Mela c'è anche Stefanie Lividini. "Al momento - racconta - tutte le scuole sono chiuse e i bambini frequentano le lezioni online. La maggior parte dei negozi e ristoranti hanno abbassato la serranda. Nei pochi ristoranti apertinon è consentito sedersi, è possibile ordinare solo cibo da asporto o consegna. Il Governo ha affermato che le farmacie e i negozi di alimentari rimarranno aperti, il che mi conforta, ma molte persone fanno acquisti presi dal panico. Molti scaffali dei supermercati sono vuoti poiché le persone acquistano carne, cibi surgelati, cibi in scatola, carta igienica, asciugamani di carta, pasta e prodotti per la pulizia".

"Penso - continua Stefanie - che sia un momento molto surreale in cui stiamo vivendo proprio ora. Faccio fatica a credere che siamo arrivati ​​tutti a questo punto e il mio cuore si spezza per la mia famiglia e gli altri sammarinesi. Sto cercando di rimanere calma e positiva, credo che riusciremo a superare questo problema, ma mi preoccupo per gli anziani e le persone con problemi di salute. Conosco alcune persone che si sono dimostrate positive, tra cui mio cognato e le abbiamo controllate ogni giorno: grazie a Dio stanno migliorando".

Non so se qualcuno nella comunità di San Marino ha il virus. Personalmente, ho la fortuna di poter lavorare da casa e ho provato a fare una passeggiata fuori ogni giorno per respirare un po' di aria fresca e un po 'di normalità. Prego che questo finisca il prima possibile" conclude Stefanie.